All for Joomla All for Webmasters

Prendi un testo, no i libri non c’entrano niente, il testo è il nome della tipica padella romagnola dove si cuociono le piadine, appunto. Se non ce l’hai, niente panico, basta una padella antiaderente. In ogni caso, dev’essere molto calda.

Esistono diversi modi per prepararla.

A spicchi

Metti la piadina sulla padella e, quando vedi che inizia a diventare un pochino più rigida, girala.
Ripeti l’operazione anche per l’altro lato e la tua piadina è pronta per essere tagliata a spicchi, portata in tavola ed essere riempita con quello che vuoi.

Da chiosco

Nei chioschi la piadina viene servita piegata a metà e riempita.
Se la preferisci così, con il formaggio che si fonde, la metti sulla padella, sempre molto calda mi raccomando, quando la giri, aspetti qualche secondo e disponi su una metà le cose che preferisci (formaggi, insaccati, verdure). La pieghi a metà e la fai cuocere ancora un po’ rigirandola.

Piadapizza

Questo è un modo molto stuzzicante per una cena veloce tra amici o anche da soli.
In pratica, usi la piadina come base di una pizza e la inforni per pochi minuti, finché la mozzarella non si è sciolta.

Arrotolata

Non provare a fare la piadina arrotolata con una piadina qualsiasi. Ti riesce solo con quelle artigianali cotte a mano come Piadina Le Vele.
Sempre la stessa cosa: metti la piadina sulla padella molto calda, ci metti i tuoi ingredienti e dopo qualche istante la arrotoli. Una volta cotta, tagli il rotolo in tanti piccoli e sfiziosissimi miniroll.